I nostri progetti

FRAMMENTI DI STORIA, ARTICOLI

Sono dieci gli articoli scritti, nell’ambito del progetto “Grande Guerra, l’anno fatale. Giovani a confronto sui giornali dell’estate 1914”, dai ragazzi del Gruppo di lavoro che, in veste di “cronisti della storia”, hanno acceso i riflettori su alcuni aspetti della storia di Trieste, con particolare riguardo per personaggi, eventi e curiosità relativi alle vicende dell’estate 1914.

Matteo Giurco ha rintracciato le molte analogie esistenti nella vita di due Asburgo, Francesco Ferdinando e Massimiliano, rispettivamente nipote e fratello dell’imperatore Francesco Giuseppe con cui entrambi ebbero un rapporto burrascoso, mentre Nancy Reis si è occupata di un personaggio importante ed influente nella Casa d’Austria, Maria Teresa di Braganza, nata infanta di Portogallo come una sua omonima, la Principessa di Beira, morta a Trieste anni prima e sepolta a San Giusto.

Benedetta Moro ha descritto lo storico Caffè San Marco, luogo di ritrovo degli irredentisti triestini, e Silvia D’Arrigo ha ricostruito la storia della Primaria Impresa Zimolo, che realizzò i carri funebri per il trasporto delle spoglie dell’arciduca Francesco Ferdinando e della moglie. Francesco Di Martino ha concentrato la sua attenzione sull’auto coinvolta nell’attentato di Sarajevo, una Torpedo oggi conservata al Museo di storia militare di Vienna e alla cui guida era un autista triestino.

Sull’epiteto “demoghèla”, con cui era etichettato il 97° Reggimento partito per il fronte orientale nell’agosto del ‘14, si è soffermato Luca Tarable. Benedetta Moro ha preso in esame le circolari diramate nel 1914, allo scoppio della guerra, alle scuole triestine e conservate all’Archivio di Stato, per disegnare un affresco delle immediate reazioni in città all’evento.

Di Emilio Stanta e degli altri triestini, irredenti e non, che andarono a combattere sul fronte russo, ha scritto invece Francesco Zardini, mentre Matteo Macchioro ha spinto il suo sguardo verso la Polonia, trattando in particolare della fortezza di Przemysl.

Infine, Benedetta Moro ha anche fatto un ritratto dei maggiorenti triestini dell’epoca: il luogotenente austriaco Konrad Hohenlohe de Schillingfürst, il vescovo mons. Andrej Karlin e l’ultimo podestà, nonché primo sindaco di Trieste Alfonso Valerio.

 Va precisato che gli autori dei testi non sono storici di professione, ma giovani appassionati che hanno approfondito lo studio dei vari argomenti e rendono note nella bibliografia e nella sitografia poste in calce ad ogni articolo, le loro fonti.

FRANCESCO FERDINANDO E MASSIMILIANO D’ASBURGO,
DUE VITE CON MOLTE ANALOGIE

____________________________________________________

di MATTEO GIURCO

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

MARIA TERESA DI BRAGANZA,
UNA DONNA INFLUENTE ALLA CORTE DEGLI ASBURGO

____________________________________________________

di NANCY REIS

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

IL CAFFE’ SAN MARCO,
DA FABBRICA DI PASSAPORTI A FABBRICA DI SOGNI

____________________________________________________

di BENEDETTA MORO

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

LA PRIMARIA IMPRESA ZIMOLO

____________________________________________________

di SILVIA D’ARRIGO

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

L’AUTO DELL’ATTENTATO

____________________________________________________

di FRANCESCO DI MARTINO

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

IL 97° REGGIMENTO: (ANCHE) UNA QUESTIONE DI ACCENTO

____________________________________________________

di LUCA TARABLE

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

LA GUERRA ENTRA NELLE SCUOLE

____________________________________________________

di BENEDETTA MORO

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

I TRIESTINI DI RUSSIA. STORIE DI SOLDATI E PRIGIONIERI

____________________________________________________

di FRANCESCO ZARDINI

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

PRZEMYSL, LA FORTEZZA
CHE COMMOSSE L’IMPERATORE

____________________________________________________

di MATTEO MACCHIORO

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)

MAGGIORENTI DI TRIESTE NELL’ESTATE DEL ‘14

____________________________________________________

di BENEDETTA MORO

 

(TESTO IN FASE DI PREPARAZIONE)